Avventuriero indomabile Reborn: un premio Ancestrale.

Alcuni punti si chiariscono.

– nona e decima seduta –Dungeons & Dragons

Primo Capitolo…
Capitolo precedente…

Decidiamo di concentrarci sulla ricerca delle altre parti della pietra ancestrale.

Dalle nostre informazioni i nani artici a Frostill ne dovrebbero sapere qualcosa, quindi decidiamo di andarli a trovare utilizzando la pietra magica per i teletrasporti, il Chierico Athlas si prende l’onere del primo utilizzo della pietra (non è molto stabile il viaggio) e infatti qualcosa va storto, non arriviamo a  destinazione anche se non siam molto lontani, ci troviamo nei pressi del fiume che conduce dai nani.

Seguiamo il fiume verso Nord e ci imbattiamo in un piccolo avamposto di pescatori, distrutto e abbandonato da anni. Dopo qualche minuto capiamo anche il perchè, anzi lo vediamo, un gigante delle colline ci ha visti ma si trova dall’altra parte del fiume, possiamo cercare di indebolirlo con incantesimi e armi da lancio prima che attraversi il fiume e ci prenda a mazzate, cosi facciamo, per ora che arriva dall’altra parte del fiume e mezzo morto e i guerrieri lo finiscono. Procediamo verso nord ed arriviamo nell’accampamento che cercavamo, dopo le dovute presentazioni veniamo a sapere che molto probabilmente una parte della Pietra è finita in un tumulo e custodita da un’entità che la infesta, lo spirito di Kebur Pietranera, un nano delle profondità ormai morto. Il tumulo si trova vicino le montagna di Coda Gelata.

Troviamo l’entrata seguendo le indicazioni dei nani.

L’ingresso  è pieno di corpi, segno che l’entrata nasconde qualche sorpresa, decidiamo di benedire i corpi li davanti e un energia misteriosa ci ringrazia (1 tiro fortunato a testa).

Entriamo convinti e fiduciosi.

Evito di dettagliare i combattimenti e i nemici.

  • Troviamo una stanza nascosta dove uccidiamo 8 servitori non morti, e procediamo con la benedizione dei resti.
  • Troviamo la stanza dove “riposa” Kebur e dopo un feroce combattimento lo uccidiamo, distruggendo il suo tramite e impedendone il ritorno.
  • Continuiamo l’esplorazione delle caverne e troviamo l’ingresso di una cittadella Goblin ancora in uso, al suo interno ci saranno una settantina di nemici, uccidiamo le guardie e rubiamo la chiave per entrare.
  • Troviamo il secondo pezzo della Pietra Ancestrale in una stanza al livello inferiore dopo un indovinello collegato a un meccanismo.

Torniamo dai nani artici per raccontare loro tutto, scopriamo che il Clan di Goblin si chiama “Bile del Re”, il che lascia riflettere.

Per ora ci stiamo riposando e dovremmo decidere cosa fare tra tornare al tumulo e finire di pulirlo o ritornare al pozzo di Beorunna e organizzarci per capire dove andare a trovare il terzo pezzo della Pietra Ancestrale.


Considerazioni finali:

Due sedute molto divertenti e veloci, come piace a me. Tornare in un Dungeon e disegnare la mappa ha sempre il suo fasciono, quindi viva i DUNGEONS!! (…& Dragons).
Procediamo spediti verso il 5° livello !! 

 

Please follow and like us:
error

Autore: Athlas

Sono un appassionato di Giochi di Ruolo da sempre, sia cartacei che su computer. Nel tempo anche un'altra mania mi ha afflitto, quella del Retrogaming. :-D

Un commento su “Avventuriero indomabile Reborn: un premio Ancestrale.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.