Avventuriero Indomabile Reborn: Capitolo 6: Endgame.

fine dei giochi.

– sesta seduta –

Dungeons & Dragons
Dungeons & Dragons

Primo Capitolo…

Capitolo precedente…

Decidiamo che non c’è tempo da perdere, ci dirigiamo direttamente verso la tana del lupo, sappiamo dove si nasconde Silgarh…

Tornare al Pozzo di Beorunna poteva essere utile per avere qualche giorno in più per indagare sullo Shamano e avere maggiori informazioni, ma ciò avrebbe significato dare tempo al nemico di organizzarsi.

Ci immergiamo nella foresta, i barbari vengono con noi quindi siamo tanti, sicuramente rumorosi ma anche una difficile preda per chiunque. Dopo qualche ora di viaggio arriviamo in prossimità della nostra meta, due colonne dalla strana luminescenza ci danno il benvenuto. Il gruppo le attraversa e immediatamente capiamo che qualcosa non va, sentiamo un batter d’ali e in un pochi secondi un Voral (Link alla scheda del mostro) è tra noi e l’entrata.

Voral
Voral
Il benveuto

Il suo arrivo non passa ne inosservato ne privo di conseguenze, sin da subito la sua spaventosa presenza fa scappare Ragnar lo Stregone e altri 3 barbari che in preda al terrore si allontanano dalla scena del combattimento.

Thaloner e Titano non si scompongono più di tanto e si piazzano davanti il bestione giusto per chiarire che quella sarà la sua ultima “svolazzata”, altri barbari del gruppo li affiancano durante il combattimento, possenti colpi vanno a segno e feriscono il mostro ma è chiaro che le armi normali hanno un effetto ridotto sul bestione, l’affare si complica. Tra copi di ascia e morsi del mostri il combattimento infuria selvaggio, Athlas al riparo decide di colpire la creatura con un incantesimo divino, lo centra in pieno e i danni celestiali fanno infuriare la bestia che decide di lasciare il combattimento contro 5 guerrieri per dirigersi verso il chierico… l’attacco è pesante e riesce in pieni, per l’ennesima volta il Chierico si prepara a incontrare Helm di persona.

Una veloce preghiera al suo Dio e Athlas vede (quasi) tutte le sue ferite rimarginate, fortunatamente il bestione è gravemente ferito e il tempo guadagnato da Athlas viene sfruttato dagli altri per dare il colpo di grazia alla bestia. Il cadavere giace li in terra, facciamo un veloce controllo e decidiamo di strappargli la pelliccia per farne un comodo mantello.

Curiamo il curabile ma decidiamo di non perdere tempo, ormai i nostri nemici saranno stati allertati dal rumore del combattimento, scendiamo dall’entrata di quello che sembra un cunicolo che svanisce nell’oscurità sottoterra.

Entriamo e dopo qualche metro ci troviamo in un locale circolare molto ampio con al centro una specie di ruota circolare con all’interno una vasto numero di teschi.

Scontro Finale.

Titano nota che dalla parte opposta ci sono i cardini per un passaggio semi nascosto. Entriamo circospetti, quando siamo vicino al marchingegno una figura appare dall’entrata nascosta, finalmente Silgarh si fa vivo, lo scontro finale ha inizio

Delle strane parole vengono pronunciate dal nostro nemico e subito il terreno sotto i nostri piedi trema, 10 non morti fuoriescono dal terreno, e un’altro (con tre teschi invece di uno) si materializza al centro della stanza vicino lo stranio marchingegno. Fortunatamente i barbari precedentemente salvati ci hanno accompagnati, altrimenti sarebbe stata quasi sicuramente la fine.

Il Negromante ha giocato la sua mossa, i nostri prendono posizione difronte i nemici e lo scontro inizia, Titano si accorge che qualcosa non quadra, l’immagine di Sagarah ha qualcosa di “strano” e capisce che quella è solo un immagine illusoria, avverte il gruppo ma cambia poco, nel frattempo colpisce il nemico a tre testa che ha difronte. Lo scontro inizia e si preannuncia lungo, altri si accorgono del trucco di Silgarh che svanisce sotto i nostri occhi, durante lo scontro contro le creature immonde il Negromante è costretto suo malgrado a interagire con loro, tra esplosioni e trucchi per farlo riapparire, alla fine l’invisibilità svanisce e il malcapitato si ritrova a un passo dal Barbaro (Titano) che non perde tempo per impalarlo definitivamente al suono con la sua lancia (il Flagello dei Licantropi). Scheletri e zombi crollano al suolo, la missione è compita.

Torniamo al pozzo di Beorunna e dopo una veloce indagine decidiamo che lo Shamano non è un traditore ma è stato solo manipolato da Silarah, quindi visto che non abbiamo particolari prove per accusarlo lasciamo cadere i dubbi e raccontiamo tutto. Veniamo festeggiati e ricompensati per le nostre fatiche, un grave flagello che incombeva nella zona è stato estirpato, la nostra “reputazione” nel Nord comincia a crescere.

Ci facciamo una foto di gruppo prima di andare a riposare:

Foto di Gruppo
Foto di Gruppo 😀

La missione principale che ci ha uniti qui comincia a prendere forma, tutti hanno uno scopo per continuare a far accrescere la nostra fama tra le tribù di Barbari del Nord e l’obiettivo di far tornare Titano a capo della sua Tribù è ancora lontano e la strada tutta in salita. Helm segna il nostro cammino verso l’obiettivo di riportare la sua voce nei popoli Nordici. 

…ma si sa che i nemici (e gli idioti) sono sempre in agguato a minare il nostro cammino e cercare di rovinare tutto, affronteremo anche quelli.

Prossimo capitolo.


Considerazioni finali:

Seduta un po sbrigativa dal lato narrativo, d’altronde era la parte finale di una “quest” iniziata tante sedute fa e concluderla era prioritario, anche per la morale. Abbiamo fatto tutto a dovere senza creare casini nella zona o allarmismi nel Pozzo di Beorunna, la nostra ricompensa è scarna a livello “economico”, ma più che ampia in termini di Px, raggiungiamo il Quarto livello tutti quanti e ci prepariamo a potenziare i nostri personaggi, il quarto livello è un traguardo importante per molti di noi. 

 

Please follow and like us:
error

Autore: Athlas

Sono un appassionato di Giochi di Ruolo da sempre, sia cartacei che su computer. Nel tempo anche un'altra mania mi ha afflitto, quella del Retrogaming. :-D

3 pensieri riguardo “Avventuriero Indomabile Reborn: Capitolo 6: Endgame.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.