Avventuriero Indomabile Reborn: Capitolo TRE. Si va a caccia.

…La ricerca continua.

– terza seduta –

Dungeons & Dragons
Dungeons & Dragons

Primo Capitolo…

Capitolo precedente…

…decidiamo di dirigerci a Nord, verso le colline, dalle informazioni raccolte bande di Goblin e altri abomini stanno razziando i piccoli villaggi che costeggiano il Bosco di Drurar a Nord del Pozzo di Beorunna.

Bosco di Drurar
Bosco di Drurar

 

Incontri nella foresta

La foresta è molto fitta e la luce del sole passa a fatica, nel giro di poco siamo sulle traccie di una banda di Goblin che portano fino ad una radura dove Athlas e Arandir percepiscono subito una presenza oscura che pervade la zona.  Avanziamo circospetti e dal terreno, scosso improvvisamente, escono delle creature ai lati opposti del gruppo che viene preso di sorpresa, Ragnar rimane sopraffatto mentre Athlas, percepito lo svantaggio del gruppo, impugna il suo Simbolo Sacro e scaccia le putride creature da dove sono venute, sottoterra, anche se per breve tempo il gruppo ha la possibilità di prepararsi all’attacco successivo.

I due esseri non tardano a tornare all’attacco, ma questa volta Titano e Thaloner li aspettano al varco. Mentre il primo viene preso a randellate dai due guerrieri l’altro abominio deve vedersela con la magia di Ragnar e Arandir. Non passa molto che il gruppo ha la meglio sui due immondi.

La Maledizione e il Granaio.

La ricerca continua, da quel che capiamo la zona è maledetta e non passerà molto prima che queste empie creature facciano ritorno dal mondo dei morti. Arriviamo in una fattoria con annesso granaio.
Athlas e Arandir continuano ad avere un senso di disagio per la forte presenza malvagia della zona, una maledizione è in atto e se non troviamo il colpevole la situazione non cambierà.
Perlustriamo velocemente la casa ma a parte il teschio dell’ex padrone di casa non troviamo altro, ci dirigiamo cosi verso il granaio ma prima di entrare Ragnar decide di salire le scale per avere una visuale più ampia dell’interno.

Mappa dettagliata del granaio visto dall’alto — 😀

Un enorme varco scavato all’interno del granaio conduce ad una zona sottostante, ad occhio sembrano 3 metri di terra scavata e all’interno una stanza alta 2 metri, in totale 5 metri sottoterra, mentre scendiamo un rumore di legno sordo attira la nostra attenzione, il rumore ricorda una sedia che cade.

Thaloner decide di scendere a verificare la sicurezza della stanza, è una stanza circolare all’apparenza vuota se non per una piccolo tavolo e una sedia (caduta)… probabilmente utilizzata fino a pochi minuti prima.

Titano, grazie ai suo trascorsi nei bassifondi delle città ha acquisito particolari doti con il quale riesce ad individuare un pannello che nasconde un passaggio segreto, una veloce verifica sull’assenza di trappole e procediamo all’apertura del passaggio. Una malforme creatura ci aspetta dall’altra parte, e senza perdersi in inutili convenevoli lancia un incantesimo verso di noi che va a schiantarsi su Thaloner, il primo della fila.

Inizia un combattimento che vede il padrone di casa fuggire poco dopo, nella speranza di trovare la salvezza in una corda che conduce ad un’uscita segreta si ritrova per terra con 2 asce da lancio conficcate nella schiena.
Evitiamo che muoia e veniamo a sapere che un fantomatico “innominabile” sta dettando legge nella zona, obbligando questa feccia ad obbedire ai suoi ordini. Proviamo a chiedere se è Silgarth ma alla sola pronuncia del suo nome l’empia creatura viene miseramente distrutta, siamo sulle tracce giuste (Silgarath è una delle nostre taglie come mostrato nell’ultima foto del capitolo precedente).

Riposo e Organizzaizone

Ci riposiamo e curiamo le nostre ferite, il da farsi c’è e dobbiamo coordinare le nostre prossime mosse, ci accampiamo per la notte durante la quale Arandir, in forma animale, perlustra la zona circostante.

L’indomani Arandir fa un resoconto dettagliato della base logistica dei Goblin (una sessantina + il capo) e di un luogo dove risiede lo sciamano della tribù sorvegliato da 8 guardie goblin, nonchè dei loro movimenti notturni in gruppi da 15.

Decidiamo di iniziare proprio da questi gruppi, organizziamo un imboscata e ci prepariamo all’imminente scontro…

che avverrà lunedi prossimo nel prossimo capitolo.


Considerazioni finali:
seduta molto “lenta”, nonostante 3 ore piene (o quasi) il progress è stato lentissimo e poco incisivo, ci siamo persi in interminabili chiacchiere e teorie, mi sono praticamente annoiato.
Serata mezza sfumata dal lato GDR ma spero sia servita a riempire importanti lacune ai giocatori sia a livello di Ambientazione che di conoscenza dei propri personaggi.

 

 

Please follow and like us:

Autore: Athlas

Sono un appassionato di Giochi di Ruolo da sempre, sia cartacei che su computer. Nel tempo anche un'altra mania mi ha afflitto, quella del Retrogaming. :-D

2 pensieri riguardo “Avventuriero Indomabile Reborn: Capitolo TRE. Si va a caccia.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.