Retrobright, far tornare bianchi i vecchi computer.

Retrobright

Alla fine anche io ho deciso di provarci, di guide online ce ne sono a bizzeffe ma io sono molto pigro e ho deciso di adottarne una molto veloce.

Cosa fare

prima di tutto pulite le “cose” da ripristinare, togliete polvere e impurità generiche con acqua e sapone.

Dopo di ché passate con un pennello l’acqua ossigenata (leggi ossigeno/tintura per capelli) da 30/40 volumi sulla scocca del Pc da ripristinare e mettetelo al sole (oppure sotto raggi UV diretti come ho fatto io).
L’unica cosa da aggiungere all’acqua ossigenata, ma non è obbligatorio, è un detersivo in polvere che aiuta a pulire il pezzo oltre che sbiancarlo con il processo chimico (in questo caso utilizzate Vanish OxyAction  che ho letto in giro fa bene il suo lavoro).

Come ultima cosa, per evitare che il composto scivolasse via, ho avvolto le parti con della pellicola trasparente per avere un applicazione omogenea su tutte le superfici.

Raggi UV in mancanza del sole.

Per i Raggi UV mi sono munito di una vera figata: (figata per comodità!).

Praticamente delle “strisce” di LED a UltraVioletti che ho montato nella stessa camera del Pc da ripristinare e ho lasciato acceso per tutte la notte con i pezzi incriminati a circa 20 cm.

Ho montato 2 strisce di LED da 40 cm l’una a circa 10 cm l’una dall’altra cosi da poter prendere tutte le superfici sottostanti.

NB: In mancanza dei raggi solari diretti le lampade ad UV, strisce led ad UV (come le mie), proiettori e/o qualsiasi altro strumento sono delle ottime alternative, i raggi diretti del sole infatti servono solo per gli UV che contengono.

Queste sono le foto del mio materiale prima del trattamento:

E vi assicuro che dalle foto non sembrano neanche cosi gialle come sono in realtà, colpa (merito) dell’illuminazione della stanza.

Ecco il risultato il giorno dopo:

link mancante.

 

Le ho lasciate la sera, diciamo all’incirca 8 ore ai raggi diretti UV e basta, tutte le altre luci spente (più che altro perché è notte e sono andato a dormire).

ATTENZIONE: Manipolare questi materiali è molto pericoloso,  fatelo in presenza di un esperto e di un adulto mi raccomando, non improvvisate nulla! Potrebbe essere molto pericoloso, sopratutto armeggiare con la corrente e sostanze chimiche/tossiche.

Io ad esempio ho un rilevatore di fumo che ho messo nella stanzetta dove ho fatto l’esperimento (e la stanza è chiusa e isolata dal resto della casa).

Usate sempre la testa e indossate una mascherina da verniciatura durante le operazioni.


Altro sull’argomento:

http://www.amibay.com/content.php?118-retr0brite

http://www.retr0bright.com/

https://en.wikipedia.org/wiki/Retr0bright


Ciao.

Please follow and like us:
error

Autore: Athlas

Sono un appassionato di Giochi di Ruolo da sempre, sia cartacei che su computer. Nel tempo anche un'altra mania mi ha afflitto, quella del Retrogaming. :-D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.